Ferma le ingiustizie che porteranno alla chiusura di Uber a Milano

Dal nostro lancio a Milano 3 mesi fa, Uber ha creato un’alternativa di classe e conveniente tra i mezzi di trasporto della città. Migliaia di Milanesi hanno usato il nostro servizio per spostarsi in maniera efficiente e sicura, inoltre centinaia di autisti hanno visto crescere il proprio business.

Il nostro arrivo non è stato accolto in maniera positiva da tutti. I tassisti in particolare hanno iniziato a manifestare il loro disappunto non troppo civilmente. Gruppi di persone hanno assalito con violenza gli autisti nostri partner e le loro macchine, con l’intento di intimidirli. Questi fatti sono stati denunciati alla polizia.

Due agenti della polizia locale hanno seguito gli autisti che lavorano con Uber, fermandoli e sequestrando il loro libretto di circolazione, privandoli così della loro unica fonte di sostentamento. I verbali rilasciati contengono contestazioni  generiche, superficiali e approssimative e sono inoltre illegittimi data l’omissione di dichiarazioni da parte dell’autista.

Mandate un’email al Sindaco Pisapia cliccando qui  e denunciate questi atti di violenza che non permettono a Uber di rendere Miano una città migliore!

Il protezionismo attorno alle lobby dei tassisti vuole imporre ai cittadini di Milano di NON AVERE ALTRA SCELTA per lo spostamento veloce in città. Gli autisti che sono nostri partner rimangono compatti e determinati, ma non possiamo ignorare e tacere questi atti violenti e intimidatori. L’unico modo per fermare queste ingiustizie è di far sapere al Sindaco quanto Uber abbia portato un VALORE AGGIUNTO a Voi e alla città!

Ormai è da troppo tempo che le lobby dei tassisti scioperano e attacano le istituzioni bloccando l’evoluzione e la modernizzazione del trasporto urbano [dettagli in fondo]. In vista dell’Expo 2015, Milano deve dimostrare al mondo che è città leader in Europa per l’innovazione. Chiediamo al Sindaco – già promotore di molteplici iniziative come quella della Smart City – di appoggiare Uber e il cambiamento che porta a Milano.

Potete aiutarci spargendo l’#UberMilanoLOVE. Ecco come partecipare:

1) Clicca qui per mandare una mail al Sindaco Pisapia con soggetto “Ferma le ingiustizie: Sostieni il servizio di Uber a Milano”

2) Manda un tweet a @giulianopisapia dimostrando il tuo #UberMilanoLove


3) Manda un commento sulla pagina Facebook del Comune di Milano spargendo l’#UberMilanoLove

4) Condividi con tutti i tuoi amici e contatti, più siamo e più saremo ascoltati!

Con il tuo aiuto possiamo rendere Uber un scelta affidabile, sicura e di classe per tutti i cittadini di Milano!

#UberMilanoLove

——————————————————————————————————————————————————————————————-

Ecco i dettagli sulla nostra difesa di molte accuse:

  • Gli autisti che lavorano con Uber sono stati ingiustamente accusati di illegalità riferendosi a leggi che sono attualmente prorogate! Secondo i regolamenti introdotti dall’articolo 29 del Decreto di Legge del 30 Dicembre 2008, No. 207, un noleggio con conducente (NCC) non potrebbe ricevere una prenotazione per un servizio a 5 minuti di distanza dalla sua attuale posizione perchè ogni volta deve tornare verso la rimessa prima di un servizio. Questa legge non è attualmente in vigore perchè prorogata per l’undicesima volta e dunque non può essere applicata.
  • Ogni prenotazione di servizio da parte di un utente che viene accettata da un partner autista di Uber, è esplicitamente autorizzata dalla sede del vettore. L’unica legge attualmente in vigore oggi è quella statale 21/1992, che non obbliga gli autisti a cominciare e finire ogni tragitto presso la propria autorimessa, a condizione che la richiesta di prenotazione venga – anche per via elettronica – effettuata presso la rimessa o la sede legale del vettore (come specificato dall’Articolo 1 del Regolamento di Milano sul servizio di noleggio con conducente: “[…] Le richieste di servizio devono pervenire presso le anzidette autorimesse, oppure presso la sede del titolare”)
  • La tecnologia Uber NON è un tassametro. Il Decreto Ministeriale del 20 Aprile 1993 determina i criteri per la tariffa di un NCC includendo costi proporzionali alla percorrenza e costi per la disponibilità del veicolo. In passato, gli autisti NCC avrebbero guardato ai loro orologi per tenere il tempo e stimato la distanza guardando la mappa. La versione per l’autista della app permette semplicemente di misurare accuratamente la durata e la distanza percorsa di un viaggio. Questa tecnologia è molto più accurata nell’aiutare a calcolare la tariffa finale, ma non ricopre il ruolo del tassametro in alcun modo.
  • La tecnologia Uber permette di avere un preventivo di tariffa in anticipo. La app Uber permette all’utente di avere un preventivo per ciascun viaggio in anticipo basandosi sulla località di partenza e di arrivo indicata dall’utente stesso. Prima di ogni corsa, l’utente può decidere di accettare o rifiutare il preventivo che viene indicato e permette allo stesso tempo a Uber di rispettare l’articolo 13 della 21/1992 dove è prescritto che la tariffa debba essere “direttamente concordata dal cliente e il vettore.”

Abbiamo allegato alcuni link che potrebbero essere utili per capirne di più:

Featured articles

Uber for Business now makes it easy to give your customers a ride

We’re excited to expand the Uber for Business platform beyond business travel, to include a world-class customer transportation solution, Uber Central. With Uber Central, organizations of all shapes and sizes can now easily provide on-demand, door-to-door transportation for their customers, clients, and guests.

UberEATS: Using technology to build a reliable food delivery experience

A little over a year ago, we set out to put a new spin on an old classic–make reliable food delivery available at the tap of a button. Back then, we started by offering food in the UberEATS app from 1,000 pioneering restaurant partners in four cities. And today, more than 40,000 restaurants globally–from poke shops to pasta spots–are sharing food with customers through UberEATS. With a growing restaurant community comes more choices and more complexity. So we’re cooking up features to continue to make UberEATS easy and reliable. Here is a taste–

Let’s take care of each other

This flu season, we’re delivering free flu-fighting care packages across the country. When you receive a pack, you’ll have the option to request a free flu shot from a registered nurse–for up to 5 people.